Si può visualizzare il cambiamento?

Lucia Merendino

Agile Coach & Trainer | Evolutionary Change Agent |
Kanban Management Professional @inspearit

Francesco Racanati

Evolutionary Change Coach 
& Accredited Kanban Trainer @inspearit

Dove si tiene
San Giobbe

Quando si tiene
sabato 14 ottobre, 9.30-13.30

Di cosa parleremo

Ogni mattina nella savana, come sorge il sole, un designer si sveglia e sa che dovrà cercare di capire e farsi capire, di trovare linguaggi comuni tra colleghi, clienti e stakeholder. Non importa che sia leone o gazzella, il designer sa che per realizzare idee e progetti dovrà avviare un cambiamento (liberamente tratto da un noto proverbio africano).

 

Per innovare e migliorare prodotti e servizi mantenendone funzionalità, usabilità e utilità, non è sufficiente partire da una visione comune del dove si vuole arrivare, ma è imprescindibile avere un punto di partenza condiviso e intraprendere il viaggio insieme. Per quanto banale possa sembrare, questi due aspetti sono la chiave di volta per dar vita a un processo realizzativo che sia il più efficace possibile.

La nostra proposta coniuga la visione sistemica del cambiamento con un metodo pratico per realizzarlo. A tal proposito, la prima fase del nostro workshop consiste in un envisioning di trasformazione, ovvero la visualizzazione  e il disegno condiviso del punto di partenza e del punto di arrivo.

 

Attraverso il Social Presencing Theater utilizzeremo l’esperienza del movimento per suscitare intuizioni autentiche sui comportamenti all’interno delle organizzazioni. Daremo vita a mappe che rappresentano il contesto attuale e gli scenari possibili, arrivando a condividere un significato comune che possa essere la base per il miglioramento auspicato. 

 

Ma una volta visualizzati il punto di partenza e il punto di arrivo del cambiamento che si vuole generare, 

come si fa a realizzarlo? 

Come possiamo far accadere le cose?

Per rispondere a queste domande, nella seconda fase del workshop proponiamo una simulazione che aiuta a comprendere come gestire il lavoro da fare tramite il serious game Changeban. Si tratta di un gioco collaborativo che mette al centro il knowledge work e il relativo processo di scoperta continua, l’apprendimento dai feedback e dall’esperienza (sia dei successi che degli errori).

Attraverso questo “gioco serio” i partecipanti sperimenteranno i vantaggi del visual management e di alcune pratiche di gestione del lavoro secondo il metodo Kanban e alla fine “si porteranno a casa” degli strumenti utili per gestire sia le idee di prodotto che le iniziative di miglioramento.

 

Insomma, questo è il workshop adatto a te se:

  • il cambiamento evolutivo ti interessa e ti incuriosisce,
  • hai voglia di sperimentare la costruzione di una vision e un linguaggio comuni a un gruppo di persone,
  • desideri conoscere e imparare ad applicare un modo concreto di far avvenire dei miglioramenti in maniera collaborativa.

Scegli il workshop

Abbiamo aperto le iscrizioni ai workshop! Clicca qui sotto e vai su Eventbrite. Troverai diversi biglietti, uno per ogni workshop.

> Clicca sul bottone e vai su Eventbrite

> Leggi le istruzioni

> Clicca su “ordina biglietti” 

> Scegli il workshop o i workshop (max 2) a cui vuoi partecipare

> Registrati e concludi il tuo ordine.

 

NB: Se scegli il workshop “Chi ha paura del futuro?” con Paolo Montevecchi e Maurizio Schifano potrai seguire solo quello (dura di più: venerdì la prima parte e sabato la seconda) 

 

 

I biglietti del summit

Non hai ancora deciso se venire al Summit a Venezia? Guarda tutte le tipologie di biglietti e scegli quello che preferisci.

Torna in alto