COS'È

Architettura delle conversazioni

Da secoli le conversazioni tra persone hanno spinto evoluzioni sia fisiche che culturali, nel mondo odierno usiamo le conversazioni per creare relazioni empatiche tra soggetti umani e non. Quanto cambierà in futuro questa relazione e con chi converseremo domani?

- Novembre 2017, Bologna


Due giornate tra formazione e immaginazione. L'evento dell'anno per studenti, professionisti, aziende e tutti coloro che operano nel campo dell'architettura dell'informazione e dell'user experience design.

Speaker

Ecco i nostri speaker.

Stiamo lavorando al programma, per offrirvi una giornata ricca di spunti, casi di studio, visioni.

James Giangola

Creative Lead, Conversation Design & Voice Direction

A simple and beautiful idea, everyday conversation exhibits systematic design features essential for the creation of user-centered dialogs. This is James Giangola’s disruptive contribution to our industry, a concept he’s rigorously researched and promoted globally. His rationale for leveraging conversational norms for a superior user experience has meant a paradigm shift with significant design implications for, e.g., dialog architecture, prompting, prosody, who we hire as voice actors, how we work with them, and corporate branding -- not to mention a reexamination of the design process itself.
Linguist on the patent “VUIs with Personality” and co-author of Voice User Interface Design, James is now Google’s Creative Lead for Conversation Design and Persona Direction...and still aspires to play percussion in a salsa band.

David Peter Simon

Ethnographer

David Peter Simon is an ethnographer from California. He currently works as a senior design researcher at Atlassian, a software company that builds products like JIRA, Confluence, and Trello. Previously, David worked in academia, design consulting, and the NGO world. Past employers, clients, and collaborators include Amnesty International, GUCCI, the Oxford Internet Institute, Standard Bank, ThoughtWorks, the UK government, UNICEF, and Ushahidi, among others. Passionate about information architecture, he was the Global Executive Producer of World IA Day 2016 and studied the philosophy of information at the University of Oxford (MSc).

Yvonne Bindi

Designer del linguaggio e architetto dell'informazione

Lavora come consulente, docente e divulgatrice negli ambiti delle interfacce, della comunicazione e della tecnologia. Autrice del libro Language design. Guida all'usabilità delle parole per professionisti della comunicazione.

Edoardo Benedetto

UX Architect and Interaction Designer

Edoardo Benedetto si occupa di Design e User Experience per web e mobile da oltre 13 anni. La passione per la finanza e Il trading mixata a quella per il design lo hanno portato a lavorare in parecchie realtà finanziarie nazionali e internazionali con la mission di unire il design al fintech con un pizzico di AI. Dal 2012 ha Starteed, una crowd-company che si occupa di crowdfunding e sistemi innovativi di co-creazione e da poco più un anno Oval Money, una piattaforma per la gestione dei propri risparmi legata alle proprie abitudini. Come ogni italiano che si rispetti ama il buon cibo e il buon vino ma soprattutto ama viaggiare e scoprire nuove culture, che considera la maggiore fonte di ispirazione per tutto quello che è il suo lavoro.

Alberta Soranzo

End-to-End Service Design Director

Nomade incorreggibile, Alberta è nata e cresciuta in Italia, ha vissuto in California e ora lavora a Londra come Direttore dell’End-to-End Service Design presso Lloyds Banking Group.
Alla guida di un gruppo di systems thinkers e service designers, sta plasmando il futuro dei servizi finanziari trasformando l’organizzazione dall’interno.
Alberta fa sketchnotes delle riunioni di lavoro cui partecipa (e sono tante), è una giocatrice di hockey su ghiaccio accanita e ha a cuore i dettagli che, dice, "contano molto".

Giorgio Robino

Conversational computing engineer

Giorgio Robino, Ingegnere elettronico, classe 1963, dal 2015 evangelista della computazione conversazionale ed ingegnere del software dal 1984, ICT/R&D project manager dal 1998 (soprattutto in ambito banking, Telco). Attualmente collabora con l'ente di ricerca CNIT (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni). Gestisce il blog della comunità italiana chatbots: www.convcomp.it Supporta attivamente il progetto opensource ChatScript

Andrea Resmini

Professore, autore, architetto dell'informazione

Professore, architetto (dell'informazione), autore riflessivo, lettore compulsivo, pianista a tempo perso, videogamer.

La formazione Architecta

Workshop

Tutti i workshop si svolgeranno venerdì 24 novembre 2017. Scegli a quali workshop di mezza giornata partecipare.

  • Più umano, più vero: come aggiungere personalità a un servizio per migliorare l'esperienza d'acquisto

    Tenuto da: Vincenzo Di Maria e Claudia Busetto

    Usare un servizio significa interagire con tutti i suoi touchpoint, gli elementi di contatto digitali o fisici, statici o interattivi che di fatto rendono il servizio possibile, ci accompagnano nella nostra esperienza ricordandoci dove siamo e perché, ci aiutano a scegliere la prossima mossa, intervengono in nostro aiuto. Ma che succede quando i touchpoint non si parlano tra di loro, quando smettono di risponderci come ci aspettiamo, o se sono scollegati, nella forma e nei modi, da quello che il servizio vorrebbe dire di sé?
    In questo workshop lavoreremo sulla personalità di un servizio di acquisto online e giocheremo a renderlo umano, capiremo le sfumature del suo carattere, qual è il suo tono di voce e in che modo gli piace parlare con noi. E soprattutto mapperemo i suoi touchpoint e sperimenteremo metodi per renderli omogenei, coerenti con la personalità del servizio e comunicativi nei confronti dell'utente. In modo che l'esperienza, invece che un processo meccanico, possa diventare una piacevole conversazione.


WORKSHOP BREVI - MATTINA

  • Mappare per imparare a vedere

    Tenuto da: Chiara Peretti e Serena Ballabio | 20 posti

    Mappare significa comprendere la situazione e intervenire dove necessario. Mappare la customer journey è utile in fase di ricerca di un servizio già esistente per esplicitare il percorso che l’utente compie nella sua fruizione e per individuare i pain point su cui intervenire nella riprogettazione. La service blueprint è uno strumento complementare alla journey che permette di andare più in profondità e mappare, oltre alle interazioni degli utenti con il sistema, anche i processi interni dell’azienda. Sarà quindi utile nel workshop analizzare entrambi i piani: quello relativo all’utente e quello relativo a ciò che accade dietro le quinte. Il risultato finale sarà un quadro completo di come l’esperienza viene costruita.


  • Career Conversation Design

    Tenuto da: Marco Calzolari | 20 posti

    In fase di definizione.


  • Sketch e la costruzione di un UI Kit riutilizzabile

    Tenuto da: Maurizio Schifano | 20 posti

    Un workshop pratico su SKETCH e la costruzione di un UiKIT riutilizzabile come base per i nuovi progetti centrato sui principi dell' Atomic Design e Consistenza delle interfacce.


WORKSHOP BREVI - POMERIGGIO

  • Card sorting per tutti. Il card sorting collaborativo

    Tenuto da: Luca Rosati | 20 posti

    Il card sorting collaborativo è una variante più veloce ed economica del card sorting tradizionale: si colloca fra i metodi “lean” dello user experience design, e è particolarmente adatto a contesti caratterizzati da rapido mutamento, dove il fattore tempo è cruciale. Molte ricerche con gli utenti rimangono sulla carta perché i risultati, quando arrivano, sono già vecchi.

    Instabilità e ritmi frenetici non appartengono più solo alle startup ma a molte aziende e organizzazioni, dove i cambiamenti sono repentini.
    Per far fronte a queste situazioni e coniugare qualità e tempi brevi, nel workshop sperimenteremo due varianti semplificate del card sorting tradizionale: il cosiddetto Delphi card sorting e una sua variante maggiormente collaborativa.

    Anziché far eseguire il card sorting a ogni soggetto separatamente, e poi analizzare i risultati, questo metodo fa collaborare fra loro più persone per giungere a un output condiviso.
    Mettendo le mani “in carta” useremo questo metodo per riprogettare l’architettura dell’informazione di un sito web.


  • Lego Seriuos Play

    Tenuto da: Claudia Pellicori ed Emanuele Rapisarda | 25 posti

    Riconoscere i nostri punti di forza come starting point per raggiungere obiettivi personali e professionali

    Attraverso un workshop che utilizza la metodologia LEGO® SERIOUS PLAY® esploreremo la nostra identità per poi iniziare a riconoscere, insieme anche all'aiuto degli altri partecipanti, i punti di forza su cui far leva per raggiungere i nostri obiettivi. Il valore delle conversazioni sarà nutrimento chiave per i modelli che costruiremo insieme.

    Il workshop è rivolto a tutti quelli che credono nel valore di partire da se stessi per scegliere il proprio percorso di crescita in modo più consapevole. Tenere conto dei talenti e delle passioni permette infatti di allineare vita personale e lavorativa e porta energia e motivazione, perchè utilizza il nostro potenziale, alimentandolo passo dopo passo.

    I principi della psicologia positiva e i 24 character strengths del VIA Institute ci guideranno durante la giornata, evidenziando quanto un approccio del genere possa fare la differenza.


  • In fase di definizione

    Tenuto da: Matteo de Santi e Lorenzo Fabbri | 20 posti

    In fase di definizione


Programma

Venerdì 24 Novembre 2017 - Workshop

I workshop sono in fase di definizione; i biglietti per tutti i workshop saranno in vendita sul sito Architecta.

WS 6 ORE FULLFDAY

WS1 | Vincenzo Di Maria e Claudia Busetto

Più umano, più vero: come aggiungere personalità a un servizio per migliorare l'esperienza d'acquisto


WS 3 ORE MATTINA

WS3 | Chiara Peretti e Serena Ballabio

Mappare per imparare a vedere


WS4 | Marco Calzolari

Career Conversation Design


WS5 | Maurizio Schifano

Sketch e la costruzione di un UI Kit riutilizzabile


PRANZO

WS 3 ORE POMERIGGIO

WS6 | Luca Rosati

Card sorting per tutti. Il card sorting collaborativo


WS2 | Claudia Pellicori ed Emanuele Rapisarda

Lego Seriuos Play


WS7 | Matteo de Santi e Lorenzo Fabbri

In fase di definizione





Sabato 25 Novembre 2017 - Conferenza

Registrazioni

Saluti dal Board di Architecta

Il tema e il programma

Momento soci

Un momento dedicato all'Associazione Architecta e ai soci.

“Are You Sitting Down?” Cooperation in Conversation Design (ENG)

James Giangola | Keynote d'apertura

The google driverless car. On the importance of information ethics(ENG)

David Peter Simon

Coffee break

Il super potere della Lingua

Yvonne Bindi

Design for conversation (ENG)

Edoardo Benedetto

PRANZO

More than words — how language shapes the environments we create (ENG)

Alberta Soranzo

L'informazione è nella sceneggiatura. Progettazione conversazionale con ChatScript

Giorgio Robino

Coffee break

Pruforock, Malnork and Yorkshire Tea (ENG)

Andrea Resmini | Keynote di chiusura

Saluti e ringraziamenti

Chiusura lavori

Five Minute Madness

Se avete sempre fatto i timidi, questa è la vostra opportunità

IL LUOGO DEL SUMMIT

I WORKSHOP E LA CONFERENZA

Il XI Summit di Architecta, comprendente tutti i workhop di venerdì 24 Novembre 2017 e la conferenza di sabato 25 Novembre 2017, si svolgerà presso il Camplus Bononia in Via Sante Vincenzi, 49/51 - 40138 Bologna

 

CONTATTI

Per partecipare al Summit

I biglietti di conferenza e workshop saranno in vendita sul sito di Architecta.


Sei socio Architecta? Puoi acquistare tutti i biglietti a prezzi superscontati! Non sei socio e vuoi diventarlo? Scopri quanto è semplice e entra nella community

Per maggiori informazioni

Se hai bisogno di informazioni specifiche sull'evento scrivici comodamente da qui

CONTATTI ASSOCIATIVI

Architecta, Società Italiana di Architettura dell’Informazione, è un’associazione senza scopo di lucro che sostiene e promuove coloro che nel loro lavoro progettano il modo in cui le persone e le informazioni interagiscono.

Info & Media: info@architecta.it